Weidmann avverte: l’autonomia della BCE non si discute

(Teleborsa) – “Non è strano per i politici formulare una loro opinione sulla politica monetaria, ma noi siamo indipendenti. La BCE deve rispettare il suo mandato di stabilità dei prezzi e così una politica monetaria accomodante è appropriata in questo momento, indipendentemente dalle diverse visioni sulle misure specifiche”.

A parlare è  Jens Weidmann, Presidente della Bundesbank e membro del Governing Council della BCE, che, considerato uno dei maggiori critici della attuale politica monetaria dell’ Eurotower, difende, a sorpresa, l’operato di Mario Draghi.

 In un’ intervista, al Financial Times, Weidmann, difende  dunque l’indipendenza della Banca Centrale Europea dalle pressioni dei politici tedeschi, dopo l’intervento  duro del ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble contro la politica monetaria della BCE che, secondo Schäuble creerebbe “straordinari problemi per le banche e il settore finanziario e per le pensioni in Germania”.

La posizione di  Weidmann è stata condivisa anche dal ministro delle finanze  francese Michel Sapin che, tornando oggi sull’argomento ha dichiarato la Germania “non deve perdere la sua buona abitudine a rispettare la politica monetaria della BCE”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Weidmann avverte: l’autonomia della BCE non si discute