Webtax, Gentiloni: fiducioso che si arrivi ad un’intesa, sarebbe un risultato straordinario

(Teleborsa) – Il Commissario europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni, si è detto “fiducioso” in merito al raggiungimento di un’intesa sulla webtax. “Se ci riusciamo sarà un risultato straordinario”, ha dichiarato ieri nel suo intervento a “La Repubblica delle Idee”, l’evento annuale del quotidiano in corso in questi giorni a Bologna. “Ci vuole grande rispetto per i punti di vista dei paesi che al momento sono contrari a un’intesa – ha spiegato – alcuni di quali hanno costruito modelli di successo economico sulla base della competizione fiscale al ribasso. Il messaggio da rivolgere a questi paesi non è un messaggio di armonizzazione, di voler imporre tassazioni uguali per tutti i paesi. Ci sarà ancora una competizione fra chi adotterà la tassazione minima del 15% e chi manterrà un livello di tassazione più alta ma questa competizione non può arrivare al livello di avvicinare alcuni paesi europei a veri e propri paradisi fiscali”.

“Penso che rispettando la fatica di chi dovrà modificare questi modelli di business si possa comunque arrivare a una intesa – ha aggiunto Gentiloni – che non riguarda solo il fatto di evitare tasse troppo basse per le multinazionali ma anche di avere un sistema di tassazione per le grandi imprese che riflette la realtà di oggi, non del secolo scorso, ovvero la presenza fisica di uno stabilimento. Ora alcuni di questi giganti hanno decine di milioni di clienti nel nostro paese ma pagano le tasse dove vogliono loro”. “Un altro pezzo di riforma su cui sono fiducioso che verrà trovato un’intesa è il fatto che una parte delle tasse va pagata dove realizzi profitti, non dove hai il quartier generale. Spesso le crisi provocano un cambiamento delle regole, se riusciamo a farlo ora, avremo ottenuto un risultato straordinario”, ha concluso il Commissario europeo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Webtax, Gentiloni: fiducioso che si arrivi ad un’intesa, sarebbe...