Wall Street viaggia ancora in forte calo al giro di boa

(Teleborsa) – Wall Street a metà giornata prosegue le contrattazioni in forte ribasso, dopo la pessima chiusura dei mercati europei. A penalizzare i mercati mondiali sono tornate le preoccupazioni per l’acuirsi della guerra commerciale fra USA e Cina e la crisi della lira turca, che rischia di propagarsi a macchia d’olio in UE.

Ciò ha spinto il dollaro ai massimi degli ultimi 13 mesi, innescando acquisti sugli asset più sicuri ed una fuga generalizzata dall’azionario. 

Il Dow Jones accusa una discesa dell’1,11%; sulla stessa linea lo S&P-500, che continua la giornata a 2.808,02 punti. Pessimo il Nasdaq 100 (-1,65%), come l’S&P 100 (-1,2%).

Apprezzabile rialzo nell’S&P 500 per i comparti utilities (+0,75%) e telecomunicazioni (+0,44%). Nella parte bassa della classifica del paniere S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti materiali (-2,04%), informatica (-1,60%) e beni di consumo secondari (-1,59%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Pfizer (+1,18%), Procter & Gamble (+0,73%) e Merck & Co (+0,70%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Chevron, che ottiene -3,95%.

Sensibili perdite per Caterpillar, in calo del 3,14%.

In apnea Boeing, che arretra del 3,08%.

Tonfo di Dowdupont, che mostra una caduta del 2,35%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Express Scripts (+0,64%), O’Reilly Automotive (+0,55%) e Booking Holdings (+0,52%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Micron Technology, che continua la seduta con -6,52%.

Lettera su Mercadolibre, che registra un importante calo del 6,24%.

Affonda Jd.Com, con un ribasso del 4,85%.

Crolla Align Technology, con una flessione del 4,76%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street viaggia ancora in forte calo al giro di boa