Wall Street torna ottimista e scatta in rally all’indomani delle elezioni

(Teleborsa) – Wall Street si porta in rally al giro di boa, mostrandosi più ottimista sulla vittoria di Donald Trump alle elezioni Presidenziali. Gli operatori sembrano aver digerito lo sconcerto iniziale, elaborando con più fiducia le parole del futuro Presidente, che ha segnalato un’apertura di tipo economico-commerciale, parlando di ripresa e del fatto che l’America intende cooperare con gli altri Paesi disposti a scommettere sulla crescita economica.

Intanto, il dollaro recupera terreno nei confronti dell’euro, spingendo la valuta unica sotto quota 1,09 USD, poiché l’elezione di Trump non dovrebbe mutare lo scenario della politica monetaria della Fed. Parallelamente, c’è stato un balzo dei rensimenti dei Treasury, che hanno sfiorato la soglia del 2%. 

L’indice Dow Jones avanza dell’1% a 18.487 punti, mentre l’Indice S&P-500 sale dello 0,82% ed il Nasdaq 100 dello 0,90%. Nell’S&P 500, buona la performance dei comparti Finanziario (+3,54%), Sanitario (+2,73%) e Industriale (+2,17%). Tra i peggiori della lista dell’S&P 500, in maggior calo i comparti Utilities (-3,50%), Beni di consumo primario (-1,68%) e Information Technology (-0,87%).

Al top tra i giganti di Wall Street, Pfizer (+7,35%), Merck (+6,57%), Caterpillar (+6,37%) e JP Morgan (+4,90%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Coca Cola, che prosegue le contrattazioni a -2,13%.

Tonfo di United Health, che mostra una caduta del 2,08%.

Sotto pressione Procter & Gamble, con un forte ribasso dell’1,79%.

Soffre Apple, che evidenzia una perdita dell’1,61%.

Wall Street torna ottimista e scatta in rally all’indomani delle...