Wall Street tonica in avvio

(Teleborsa) – Partenza con il segno più per Wall Street, che tenta nuovamente di recuperare parte delle perdite messe a segno nelle sessioni precedenti.

Il sentiment resta comunque borderline per gli ormai noti timori legati alla sempre più incisiva politica protezionistica dell’Amministrazione Trump.

Oggi S&P ha lanciato un monito agli Stati Uniti, affermando che il protezionismo rischia di cancellare i benefici della riforma fiscale.

Dal fronte macroeconomico, gli ordini di beni durevoli sono scesi ancora, anche se in linea con le attese degli analisti.

Il Dow Jones avanza dello 0,22%, come l’S&P-500. In frazionale progresso anche il Nasdaq 100 (+0,27%) e l’S&P 100 (0,3%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, General Electric (+1,93%) grazie ad un upgrade. Bene anche i colossi petroliferi Chevron (+1,77%) e Exxon Mobil (+1,35%) in scia al forte aumento dei prezzi del petrolio. 

Le più forti vendite, invece, si manifestano su McDonald’s, che lascia sul parterre l’1,09% e ancora su Intel (-1,07%).

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Regeneron Pharmaceuticals (+2,38%), Netflix (+2,34%), Workday (+1,63%) e Twenty-First Century Fox (+1,43%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Paychex, che cede l’1,86% dopo la trimestrale.

Wall Street tonica in avvio