Wall Street tentata da nuovi record

(Teleborsa) – Wall Street continua a spingere sull’acceleratore dopo i nuovi massimi di sempre toccati la vigilia.

La Borsa più grande del mondo ha aperto in territorio prevalentemente positivo, sostenuta dalle attese per il via libera entro l’anno alla riforma fiscale che taglia le tasse alle aziende e all’apertura del futuro Presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, alla deregulation nel settore finanziario.

Di grande aiuto anche la revisione al rialzo del PIL del terzo trimestre, che conferma un’economia solida e aumenta le aspettative per un rialzo dei tassi di interesse nel meeting della Fed del 12-13 dicembre. La cosa, comunque, non impensierisce i mercati in quanto sia Powell ieri che Janet Yellen oggi hanno confermato l’intenzione di procedere con rialzi graduali del costo del denaro.

Sulle prime battute il Dow Jones mostra un rialzo dello 0,31%, consolidando la serie di quattro rialzi consecutivi, avviata venerdì scorso. Più cauto l’S&P-500, che resta a 2.628,77 punti. In frazionale calo il Nasdaq 100 (-0,38%); consolida i livelli della vigilia lo S&P 100 (+0,06%).

Al top tra i giganti di Wall Street, United Health (+1,79%), Du Pont de Nemours (+1,63%), Nike (+1,17%) e American Express (+1,07%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Visa, che prosegue le contrattazioni a -0,92%.

Pensosa Caterpillar, con un calo frazionale dello 0,58%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Liberty Global (+3,50%), Liberty Global (+3,43%), Viacom (+2,52%) e Ulta Beauty (+2,45%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Autodesk, che ottiene -14,63%.

Sotto pressione Adobe Systems, che accusa un calo dell’1,60%.

Scivola Applied Materials, con un netto svantaggio dell’1,52%.

In rosso Netease, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,46%.

Wall Street tentata da nuovi record
Wall Street tentata da nuovi record