Wall Street tenta il rimbalzo forte dei dati sull’occupazione

(Teleborsa) – Partenza positiva per Wall Street, che tenta il rimbalzo dopo molte giornate di passione.

Il listino americano si allinea dunque alla rimonta messa a segno dall’Asia e a quella delle Borse europee, sostenute a loro volta dalla decisione di Pechino di rimuovere i limiti al trading.

Di grande aiuto il Job Report migliore delle attese che ha confermato il buono stato di salute della prima economia al mondo.

A dicembre sono stati creati 292 mila nuovi posti nel settore non agricolo USA, molti più di quelli attesi dagli analisti (+200 mila unità).

Il fatto che gli Stati Uniti si confermino locomotiva globale potrebbe alleviare il panico da sindrome cinese che in questi giorni (ma anche quest’estate) ha mandato in tilt la finanza di tutto il mondo.

Tuttavia il Job Report diffuso oggi aumenta la possibilità che la Federal Reserve annunci un nuovo rialzo dei tassi di interesse a marzo.

Sulle prime battute il Dow Jones avanza dello 0,65%, l’Indice S&P-500 dello 0,69%, il Nasdaq 100 dello 0,95%.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, in evidenza Du Pont de Nemours grazie all’upgrade a “outperform” di  Sanford C. Bernstein.

In recupero Apple, ieri zavorrata da rumors sul possibile taglio della produzione di iPhone 6S. Il colosso di Cupertino ha rilevato una start-up che ha creato un software in grado di analizzare le emozioni dalle espressioni facciali.

Torna il sereno anche tra i colossi finanziari Goldman Sachs e JP Morgan, tra le principali vittime del sell-off dei giorni scorsi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street tenta il rimbalzo forte dei dati sull’occupazione