Wall Street tenta il rimbalzo e parte positiva

(Teleborsa) – Dopo le forti perdite registrate nelle prime due sessioni della settimana, la Borsa di New York tenta il rimbalzo e avvia le contrattazioni segnando variazioni positive. Anche i principali indici europei viaggiano con segno più a metà seduta, con Piazza Affari che sfiora il punto percentuale nel giorno della bocciatura dell’Ue alla Manovra.

Giornata densa di appuntamenti dall’agenda macroeconomica USA. Aumentano per la seconda settimana consecutiva le richieste di sussidi alla disoccupazione, mentre si mostrano in forte calo gli ordinativi di beni durevoli. Nel pomeriggio si attendono i dati su scorte di petrolio e gas, nonché l’indice sulla fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan e la vendita di case esistenti.

A Wall Street si mostra in rialzo il Dow Jones, che apre a 24.614,33 punti (+0,54%); sulla stessa linea, lo S&P-500 avanza in maniera frazionale, arrivando a 2.657,28 punti. Sale il Nasdaq 100 (+1,24%); in forte calo lo S&P 100 (-1,97%).

In buona luce sul listino S&P 500 i settori informatica (+1,33%), telecomunicazioni (+1,09%) e beni di consumo secondari (+1,09%). In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto utilities, che riporta una flessione di -0,62%.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Caterpillar (+1,68%), Microsoft (+1,55%), Nike (+1,32%) e Boeing (+1,13%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Pfizer, che ottiene -1,33%.

Spicca la prestazione negativa di Johnson & Johnson, che scende dell’1,06%.

Contrazione moderata per Travelers Company, che soffre un calo dello 0,72%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Autodesk (+10,46%), Jd.Com (+4,10%), Western Digital (+4,09%) e Wynn Resorts (+3,59%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Shire, che prosegue le contrattazioni a -0,55%.

Wall Street tenta il rimbalzo e parte positiva