Wall Street tenta il bis grazie alla ripresa del greggio

(Teleborsa) – Partenza positiva per Wall Street, che tenta di consolidare i guadagni della vigilia annullando il peggior inizio anno di sempre.

A favorire il rimbalzo i positivi dati sull’export cinese e la ripresa delle quotazioni del greggio, sostenuta anche dalla convocazione di un vertice straordinario da parte dell’OPEC.

Vuota l’agenda macroeconomica odierna con l’attenzione degli investitori concentrata sul Beige Book di questa sera, sui discorsi di alcuni banchieri della Federal Reserve e sulla stagione delle trimestrali iniziata lunedì con i conti a due colori di Alcoa.

Sulle prime battute il Dow Jones mostra una risalita dello 0,41%, l’Indice S&P-500 avanza dello 0,49% come il Nasdaq 100 e l’S&P 100.

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones brilla Microsoft grazie a Morgan Stanley. La banca d’affari ha migliorato il giudizio sul colosso dei software da “equalweight” a “overweight” e alzato il target price da 57 a 66 dollari

Il rimbalzo del petrolio favorisce i due colossi energetici Chevron e Exxon Mobil da tempo sotto pressione sui timori che il mini greggio possa impattare negativamente sulla profittabilità.

Le più forti vendite, invece, si concentrano su Wal-Mart, Home Depot e American Express, tutte con perdite contenute nel punto percentuale.

Wall Street tenta il bis grazie alla ripresa del greggio