Wall Street sui massimi intraday trainata da Cisco e Wal-Mart

(Teleborsa) – Wall Street si conferma in rialzo e sui massimi a metà seduta all’indomani del maggior calo percentuale giornaliero del Dow Jones e dell’S&P500 da inizio settembre.

A dare linfa alla Borsa più grande del mondo le positive attese per il via libera alla riforma fiscale che taglierà le tasse alle aziende e alla classe media.

La Camera USA dovrebbe infatti dare il via libera alla più ampia riscrittura del sistema fiscale americano degli ultimi trent’anni.
Essendo a maggioranza Repubblicana, il testo non dovrebbe incontrare difficoltà. Il voto del Senato, che potrebbe avere idee differenti in materia, non dovrebbe arrivare prima di dicembre.

Di grande aiuto alcune trimestrali, in particolare quelle di Wal-Mart e Cisco Systems. In particolare quest’ultima ha sorpreso tutti preannunciando il primo rialzo dei ricavi degli ultimi due anni.

Dal fronte macroeconomico i sussidi alla disoccupazione sono saliti a sorpresa, il Philly Fed è sceso oltre le stime degli analisti. Sotto il consensus anche i prezzi import-export.

Decisamente migliore la produzione industriale, che ha accelerato oltre le attese trainata da quella manifatturiera.

In questo momento il Dow Jones avanza dello 0,86%, l’S&P-500 dello 0,89%. Corre il Nasdaq 100 con un rialzo dell’1,36%.

Al top tra i giganti di Wall Street figurano proprio Wal-Mart (+9,76%) e Cisco Systems (+6,13%). Ottime anche Caterpillar (+2,08%) e Dowdupont (+2,04%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Travelers Company, che cede l’1,80%, Exxon Mobil -1,21% e Chevron. Non aiuta la decisione del Fondo sovrano norvegese di cessare gli investimenti nel settore Oil & Gas.

Giù General Electric.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Netease (+7,22%), Cisco Systems (+6,13%), T-Mobile Us (+4,96%) e Shire (+4,65%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Viacom, con il mercato deluso dal bilancio.

Wall Street sui massimi intraday trainata da Cisco e Wal-Mart
Wall Street sui massimi intraday trainata da Cisco e Wal-Mart