Wall Street snobba crollo PIL e parte in deciso rialzo

(Teleborsa) – Wall Street avvia gli scambi in deciso rialzo, scommettendo sul FOMC, il Comitato direttivo della Federal Reserve, che termina oggi la due giorni sulla politica monetaria. Non sono attese novità né sul fronte tassi né sui piani di acquisto titoli, ma l’attenzione sarà puntata sulle indicazioni relative alla traiettoria della politica monetaria post Covid-19.

Pressoché ignorato il dato del PIL del 1° trimestre che è crollato più delle attese (-4,8% contro il -4% del consensus) in seguito al lockdown. Fra poco arriverà anche il dato delle vendite di abitazioni.

Il Dow Jones sta mettendo a segno un guadagno dell’1,70%; sulla stessa linea, avanza con forza lo S&P-500, che continua gli scambi a 2.916,87 punti. In netto miglioramento il Nasdaq 100 (+2,07%), come l’S&P 100 (1,9%).

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori energia (+4,27%), telecomunicazioni (+4,27%) e finanziario (+2,96%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, DOW (+4,66%), American Express (+4,55%), Boeing (+4,10%) e JP Morgan (+3,98%).

Fra i peggiori United Technologies, che flette del 5,72%.

Pessima performance per Wal-Mart, che registra un ribasso del 2,13%.

Sottotono Johnson & Johnson che mostra una limatura dello 0,68%.

Deludente Procter & Gamble, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano American Airlines (+11,06%), Alphabet (+9,32%), Alphabet (+9,06%) e Marriott International (+5,97%). Le più forti vendite su Akamai Technologies, che prosegue le contrattazioni a -7,58%. Sessione nera per Moderna, che lascia sul tappeto una perdita del 4,73%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street snobba crollo PIL e parte in deciso rialzo