Wall Street si conferma incerta a metà seduta

(Teleborsa) – Andamento a due colori per Wall Street dopo la sessione da incubo della vigilia.

Ieri il Presidente statunitense Donald Trump ha firmato il provvedimento che impone nuove tariffe su un centinaio di prodotti cinesi provocando l’immediata reazione di Pechino, che ha a sua volta annunciato contromisure.

Il timore è che tra Stati Uniti e Cina possa scoppiare una guerra commerciale nociva per l’intera economia globale, anche se per il momento la Casa Bianca ha esentato dal provvedimento l’Unione Europea e sei Paesi.

Dal fronte macroeconomico gli ordini di beni durevoli sono risultati in crescita oltre le attese. 

In focus il settore tecnologico, in particolare quello dei semiconduttori, in scia al crollo diMicron Technologynonostante la trimestrale in crescita. 

Tra le note positive della giornata da segnalare il debutto in forte rialzo diDropbox.

In questo momento il Dow Jones avanza dello 0,51%, l’S&P-500 è invariato mentre il Nasdaq 100 si conferma poco sotto la parità.

Nell’S&P 500, buona la performance dei comparto Energia (+0,99%) in scia alla nuova fiammata delle quotazioni del greggio. 

Tra i protagonisti del Dow Jones, Boeing (+3,14%) e Nike (+2,79%), quest’ultima grazie al bilancio e dopo che il CEO ha preannunciato una ripresa delle vendite in Nord America.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Dowdupont, che lascia sul parterre l’1,75%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Cintas (+5,64%), Liberty Global (+1,93%), Ross Stores (+1,71%) e Vodafone (+1,66%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Micron Technology, che continua la seduta con -6,13%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street si conferma incerta a metà seduta