Wall Street senza direzione. Dazi USA-Cina: è stallo

(Teleborsa) – Partenza in territorio negativo per la borsa di Wall Street con gli investitori preoccupati per il deterioramento delle relazioni commerciali fra USA e Cina. Prosegue intanto la stagione delle trimestrali: Deere si lascia alle spalle il secondo trimestre registrando un utile in calo del 6,1%. La causa di questa contrazione, ha spiegato la società, è da attribuire ai maggiori costi di produzione sostenuti nel periodo.

Sul fronte societario, Amazon ha annunciato l’entrata nel settore della consegna del cibo con l’ingresso nel capitale di Deliveroo, la app dedicata appunto alla consegna a domicilio di prodotti alimentari di ogni genere: dal cibo cinese al gelato. Google è caduta nel mirino dell’Antitrust italianaper abuso posizione dominante.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones, mostra una plusvalenza dello 0,84%; mentre, al contrario, chiude la giornata senza particolari scossoni lo S&P-500, fermandosi a 2.876,48 punti. Sotto la parità il Nasdaq 100, che mostra un calo dello 0,23%; pressoché invariato lo S&P 100 (+0,08%).

Si distingue nel paniere S&P 500 il settore utilities. Il settore energia, con il suo -0,57%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, United Health (+2,36%), Verizon Communication (+1,69%), Cisco Systems (+1,39%) e Nike (+1,21%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Caterpillar, che ha chiuso a -1,98%.

Sotto pressione 3M, con un forte ribasso dell’1,17%.

Deludente Intel, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Applied Materials (+4,37%), Twenty-First Century Fox (+2,33%), FOX (+2,30%) e Gilead Sciences (+1,68%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Baidu, che ha terminato le contrattazioni a -16,21%.

In apnea Tesla Motors, che arretra del 5,27%.

Tonfo di Netease Inc Each Repr 25 Com Stk, che mostra una caduta del 4,31%.

Lettera su Wynn Resorts, che registra un importante calo del 4,29%.

Wall Street senza direzione. Dazi USA-Cina: è stallo