Wall Street senza direzione con PIL e trimestrali

(Teleborsa) – Rinvigorita in parte dall’aumento delle scorte e dal miglioramento delle esportazioni nette, non basta a Wall Street la pubblicazione del dato preliminare positivo sul PIL USA del primo trimestre per mantenersi sulla parità. Pesa decisivamente sul sentiment degli investitori, l’impatto di alcune trimestrali che non hanno soddisfatto le attese del consensus, tra cui quella di Exxon Mobil e Intel.

A metà seduta non si registra così nessuna variazione significativa per il listino USA, con il Dow Jones che si attesta sui valori della vigilia a 26.477,97 punti; sulla stessa linea, incolore lo S&P-500, che continua la seduta a 2.930,11 punti. Sotto la parità il Nasdaq 100, che mostra un calo dello 0,29%; sulla parità lo S&P 100 (+0,12%).

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori materiali (+0,75%), beni di consumo per l’ufficio (+0,66%) e beni di consumo secondari (+0,63%). Tra i più negativi della lista del paniere S&P 500, troviamo i comparti energia (-1,82%) e informatica (-0,70%).

Tra i protagonisti del Dow Jones, United Health (+2,34%), Procter & Gamble (+2,25%), Caterpillar (+1,53%) e Walt Disney (+1,46%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Intel, che ottiene -10,26%.

In apnea Exxon Mobil, che arretra del 2,78%.

Tonfo di Wal-Mart, che mostra una caduta del 2,38%.

Calo deciso per Chevron, che segna un -1,5%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Verisign (+5,72%), Align Technology (+5,39%), Expedia (+2,58%) e Sirius XM Radio (+2,36%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Intel, che prosegue le contrattazioni a -10,26%.

Lettera su Western Digital, che registra un importante calo del 5,90%.

Affonda Nvidia, con un ribasso del 5,80%.

Crolla Intuit, con una flessione del 5,54%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street senza direzione con PIL e trimestrali