Wall Street scivola con i tech. Bene banche e energia

(Teleborsa) – Wall Street resta al palo a metà giornata, specie per le perdite diffuse fra i tech, che il buon andamento dei titoli bancari e degli energy non riesce a controbilanciare. 

Il mercato non si è avvantaggiato del dato sul PIL USA, che ha riportato un’accelerazione all’1,4% ed è risultato sopra le attese, nè dell’andamento positivo delle grandi banche d’affari, che si muovono in rialzo dopo che la Federal Reserve ha dato l’OK all’aumento dei dividendi e ai buyback sulla base dei risultati positivi dei recenti stress test. E neanche delleffetto positivo del rally del greggio, che sta sostenendo il comparto energy.

Il trend viene dettato dai tech, colpiti da una rotazione settoriale. Anche Apple è in perdita (-1,63%), nel giorno del decimo compleanno dell’iPhone con vendite record.

A New York, il Dow Jones lima lo 0,65%; sulla stessa linea lo S&P-500 che perde lo 0,82% a 2.420,73 punti. In netto peggioramento il Nasdaq 100 (-1,92%).

Energia (+0,56%) e Finanziario (+0,42%) in buona luce sul listino S&P 500. Tra i peggiori della lista dell’S&P 500, in maggior calo i comparti Information Technology (-1,90%), Beni di consumo secondari (-1,00%) e Beni di consumo primario (-0,96%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Goldman Sachs (+0,73%) e JP Morgan (+0,71%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Microsoft, che continua la seduta con -1,90%.

Sotto pressione Cisco Systems, con un forte ribasso dell’1,85%.

Preda dei venditori Visa, con un decremento dell’1,81%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street scivola con i tech. Bene banche e energia