Wall Street schiacciata dai realizzi nonostante il PIL

(Teleborsa) – Wall Street viaggia sui minimi a metà giornata, a dispetto della revisione al rialzo del PIL , commentata positivante dalla Casa Bianca, che ha messo in lluce soprattutto l’accelerazione dei consumi. Positivi anche i dati sulle richieste di sussidio per la disoccupazione, mentre ha deluso il dato sul mercato immobiliare. 

A zavorrare il mercato concorrono alcune prese di profitto, scattate dopo il rally di ieri innescato dalla decisione informale dell’OPEC di contingentare la produzione. Il prezzo del greggio light crude a New York è tornato a cavallo dei 48 dollari (+1,6%).

A Wall Street, il Dow Jones è in calo (-0,87%) e si attesta su 18.179 punti; sulla stessa linea l’indice S&P-500, che retrocede a 2.155 punti, ritracciando dello 0,75%. In lieve ribasso il Nasdaq 100 (-0,63%). Sul listino americano fanno male soprattutto il settore Sanitario (-1,60%), delle Utilities (-1,28%) e Finanziario (-1,12%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Caterpillar (+1,58%).

Molto male Goldman Sachs, che prosegue le contrattazioni a -2,17%.

In apnea Merck, che arretra del 2,13%.

Sotto pressione Procter & Gamble, con un forte ribasso dell’1,65%.

Soffre Johnson & Johnson, che evidenzia una perdita dell’1,60%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street schiacciata dai realizzi nonostante il PIL