Wall Street sbanda sul petrolio

(Teleborsa) – Wall Street inizia gli scambi con un deciso ribasso, dopo la seduta contrastata di ieri. Le vendite si concentrano sulle società legate al settore oil, in scia alla caduta verticale dei prezzi del greggio ed alla trimestrale deludente di British Petroleum.

Pioggia di trimestrali importanti, tra cui quelle di Dow Chemical, Pfizer, Exxon Mobil e UPS mentre Alphabet, la controllante del motore di ricerca Google, è diventata la prima società al mondo per capitalizzazione di mercato sorpassando Apple. A mercati chiusi sarà Yahoo! ad alzare il velo sui conti.

Vuota l’agenda dal fronte macroeconomico.

In avvio il Dow Jones accusa una discesa dell’1,34% mentre l’Indice S&P-500 perde l’1,24% a 1.915 punti. Negativo il Nasdaq 100 (-0,97%), come l’S&P 100 (-1,2%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è Du Pont de Nemours (+1,94%).

In lettera Chevron -3,59% sul crollo del greggio e tra le banche Goldman Sachs, che affonda del 3,30%, e JP Morgan, che segna una discesa di ben 2,45 punti percentuali.

Seduta pesante anche per Caterpillar, che scivola del 2,15%.

Wall Street sbanda sul petrolio