Wall Street sale con il greggio. Bene i titoli della difesa

(Teleborsa) – Prosegue in rialzo la seduta a Wall Street che trae beneficio dalla risalita dei prezzi del greggio. Le quotazioni di oro nero sono sostenute dalle aspettative che i principali paesi esportatori possano approvare il prolungamento dei tagli alla produzione.

A fare da assist al listino americano, contribuisce anche la buona performance dei titoli della difesa in scia all’accordo sugli armamenti da 110 miliardi di dollari tra Stati Uniti e Arabia Saudita. Nel week-end il neo presidente Usa Donald Trump si è recato in Arabia Saudita, prima tappa del suo tour internazionale.

Sul fronte macro, l’unico dato in agenda, l’indicatore CFNAI ha mostrato una crescita, oltre le attese, dell’attività economica nel distretto Fed di Chicago. 

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones, avanza a 20.900,86 punti; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per lo S&P-500, che arriva a 2.392,81 punti. Leggermente positivo il Nasdaq 100 (+0,7%), come l’S&P 100 (0,6%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori Utilities (+0,79%), Information Technology (+0,75%) e Industriale (+0,60%).

Al top tra i giganti di Wall Street, Cisco Systems (+1,95%), Boeing (+1,48%), 3M (+1,36%) e Travelers Company (+1,03%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Pfizer, che prosegue le contrattazioni a -0,57%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Liberty Global (+3,39%), Autodesk (+3,16%), Regeneron Pharmaceuticals (+3,01%) e Wynn Resorts (+3,00%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Amgen, che continua la seduta con -2,24%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street sale con il greggio. Bene i titoli della difesa