Wall Street ritraccia dai massimi, in focus Fed e petrolio

(Teleborsa) – Scambi poco mossi a Wall Street, dopo i nuovi recenti massimi toccati dagli indici USA.

In una giornata povera di spunti macroeconomici così come la stagione delle trimestrali agli sgoccioli, l’attenzione degli investitori si è spostata alla riunione di politica monetaria della Federal Reserve, di settembre, con il mercato che torna ad essere scettico sulla possibilità che la Fed alzi il costo del denaro entro l’anno. In focus, il prossimo mese, anche l’incontro informale dei membri OPEC per congelare l’offerta di petrolio, da cui però già è atteso l’ennesimo flop.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones, si muove sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,18% mentre, l’indice S&P-500, continua la giornata sotto la parità a 2.176 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,24%), come l’S&P 100 (-0,3%).

Risultato negativo a Wall Street per tutti i settori dell’S&P 500. Tra i più negativi della lista del paniere S&P 500, troviamo i comparti Energia (-0,87%), Finanziari (-0,72%) e Sanitario (-0,46%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Walt Disney (+1,46%) grazie alla trimestrale e all’annunciata rivoluzione TV via cavo. Bene inoltre Wal-Mart (+1,45%) che ha comprato il retailer Jet.com pagando 3 miliardi di dollari contanti. Le peggiori performance, invece, si registrano su Exxon Mobil, -1,36% sulla flessione dei prezzi del greggio. dopo i dati sulle scorte settimanali di greggio, negli Stati Uniti.

Tentenna Intel, con un modesto ribasso dello 0,92%. 

Discesa modesta per JP Morgan, che cede un piccolo -0,9%.

Wall Street ritraccia dai massimi, in focus Fed e petrolio