Wall Street ripiega a metà giornata

(Teleborsa) – Wall Street prosegue gli scambi contrastata, dopo una serie di dati macro migliori delle attese ma risentendo delle tensioni provocate dall’attacco terroristico di Nizza. 

A sostenere il sentiment del mercato è soprattutto il balzo delle vendite al dettaglio, mentre il dato dell’inflazione ha confermato una crescita modesta con un dato core poco meglio delle attese. Sempre al palo il settore manifatturiero, come confermato dall’indice Empire State di New York., ma la produzione ha accelerato. 

Un supporto è offerto anche dai risultati trimestrali, soprattutto quelli di Citigroup, che hanno battuto le attese. 

Intanto, il Dow Jones si conferma sostanzialmente stabile e si posiziona su 18.490 punti, mentre è in lieve calo l’indice S&P-500, che continua la giornata sotto la parità a 2.158 punti (-0,3%). Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,24%), come l’S&P 100 (-0,3%).

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. Tra i più negativi della lista dell’S&P 500, troviamo i comparti Finanziari (-0,58%) e Beni di consumo secondari (-0,45%).

La sola Blue Chip del Dow Jones in sostanziale aumento è United Health (+0,78%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Goldman Sachs, che ottiene -0,74%.

Pensosa Intel, con un calo frazionale dello 0,72%.

Tentenna JP Morgan, con un modesto ribasso dello 0,58%.

Discesa modesta per Nike, che cede un piccolo -0,53%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street ripiega a metà giornata