Wall Street rimane ancora al palo

(Teleborsa) – Wall Street continua la giornata sui livelli della vigilia, mentre gli investitori guardano ai segnali di distensione che arrivano dalle due Coree, e da un’economia a stelle e strisce che decelera ma non delude.  Anche il dato sul costo lavoro si mostra in salita nel primo trimestre.

Tra gli indici a stelle e strisce, il Dow Jones si attesta a 24.314,96 punti. Sulla stessa linea, incolore lo S&P-500, che continua la seduta a 2.669,99 punti, sui livelli della vigilia. Stabile anche il Nasdaq 100 (+0,03%).

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori Telecomunicazioni (+2,19%), Utilities (+0,98%) e Beni di consumo secondari (+0,70%). Nella parte bassa della classifica del paniere S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti Energia (-1,01%) e Information Technology (-0,48%).

Al top tra i giganti di Wall Street, Verizon Communication (+3,32%), Nike (+2,39%), Chevron (+1,73%) e Coca Cola (+1,24%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Exxon Mobil, che continua la seduta con -3,57%.

Preda dei venditori Apple, con un decremento dell’1,22%.
Giornata fiacca per 3M, che segna un calo dello 0,84%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Expedia (+8,10%), Baidu (+4,66%), Amazon (+4,25%) e Hasbro (+2,10%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Charter Communications, che continua la seduta con -12,34%.

Lettera su Western Digital, che registra un importante calo del 7,14%.

Affonda Regeneron Pharmaceuticals, con un ribasso del 5,46%.

Crolla Micron Technology, con una flessione del 4,25%.

Wall Street rimane ancora al palo