Wall Street riflessiva sulle prossime mosse della Federal Reserve

(Teleborsa) – La borsa di Wall Street, apre la settimana finanziaria all’insegna della debolezza.

A pesare sul sentiment degli investitori, è la preoccupazione che la Federal Reserve porti avanti il percorso di rialzo dei tassi di interesse, iniziato lo scorso dicembre, alla luce della seconda lettura del PIL, che ha rivisto al rialzo l’espansione economica degli Stati Uniti, nel quarto trimestre. A tal proposito gli operatori attendono con ansia il dato sull’occupazione statunitense, in calendario venerdì prossimo. 

Cosa diversa per la BCE: l’inatteso calo dei prezzi al consumo in Eurozona, ha aumentato le aspettative per nuovi stimoli all’economia da parte della banca guidata da Mario Draghi, già in occasione del meeting del prossimo 10 marzo.

Sullo sfondo resta la delusione per l’esito del G20, giudicato poco incisivo in termini di misure per rilanciare la debole crescita economica.

Sulle prime rilevazioni, continua la sessione sui livelli della vigilia, il Dow Jones a 16.635 punti; sulla stessa linea, incolore l’indice S&P-500, che continua la seduta a 1.948 punti. Sulla parità il Nasdaq 100 (-0,13%); sotto la parità lo S&P 100, che mostra un calo dello 0,31%.

Sul fronte macroeconomico, è atteso, tra poco, un aggiornamento sull’attività manifatturiera nell’area di Chicago e sul mercato immobiliare, con il dato sulla vendita di case in corso.

Wall Street riflessiva sulle prossime mosse della Federal Reserve