Wall Street resta in bilico al giro di boa

(Teleborsa) – Wall Street prosegue gli scambi sottotono, confermando prudenza sia per l’atteso incontro Trump-May sia per effetto di alcuni dati macro in chiaroscuro. 

In agenda oggi il dato del PIL, che ha deluso le attese con una crescita dell’1,9%, mentre l’intero anno 2016 chiude con un +1,6%, la crescita più bassa dal 2011. Parallelamente, gli ordini sono scivolati per il secondo mese consecutivo, risultando sotto il consensus, mentre il dato sulla fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan è apparso positivo.

Sotto i riflettori anche i conti della Corporate America, in particolare quelli positivi di Microsoft ed i buoni numeri di Intel, mentre ha deluso la trimestrale di Google. 

La Borsa di New York vede il Dow Jones lima lo 0,12%, lo S&P-500 lo 0,17% e il Nasdaq 100 mostra un calo marginale dello 0,02%. 

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Intel (+1,56%) e Microsoft (+2,11%), entrambe in scia a risultati migliori delle attese.

Bene anche Caterpillar (+1,47%).

Fra i più forti ribassi si segnala Chevron, che continua la seduta con -2,32%.

Wall Street resta in bilico al giro di boa