Wall Street resta debole al giro di boa

(Teleborsa) – Wall Street tentenna ancora al giro di boa, mostrandosi riflessiva sulla scia di alcuni dati macro rilevanti. In particolare, il dato sull’inflazione è risultato sotto le attese, allentando i timori di una stretta più decisa della politica monetaria della Fed.

Anche le vendite al dettaglio non hanno dato segnali di surriscaldamento dell’economia, risultando inferiori al consensus., mentre la fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan è apparsa migliore delle previsioni. 

A New York, si conferma debole il Dow Jones riportando una variazione pari a -0,14%; sulla stessa linea lo S&P-500, che si posiziona a 2.389,97 punti (-0,1%), mentre il Nasdaq 100 guadagna lo 0,22%.

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Industriale (-0,77%), Finanziario (-0,64%) e Energia (-0,47%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Apple (+1,33%), McDonald’s (+0,76%) e Visa (+0,64%). I più forti ribassi, invece, si verificano su General Electric, che continua la seduta con -3,19%.

In rosso Merck & Co, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,14%.

Tentenna Goldman Sachs, con un modesto ribasso dello 0,93%.

Giornata fiacca per American Express, che archivia la seduta con un calo dello 0,78%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street resta debole al giro di boa