Wall Street resta al palo. Timori per il voto

(Teleborsa) – Prosegue all’insegna della cautela la borsa di Wall Street il giorno dopo che la Fed ha segnalato che potrebbe alzare i tassi di interesse, a dicembre, mentre l’incertezza sulle imminenti elezioni presidenziali continua a condizionare il sentiment degli investitori.

Tra gli indici statunitensi, sosta intorno alla parità il Dow Jones che si attesta a 17.956 punti, mentre, al contrario, l’indice S&P-500, scambia sotto i livelli della vigilia a 2.092 punti. Negativo il Nasdaq 100 (-0,85%) su cui pesa la pessima performance del titolo Facebook (-6%) che ha deluso con la trimestrale e l’outlook debole.

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si sono manifestati nel comparto Information Technology, che ha riportato una flessione di -0,99%.

Tra i protagonisti del Dow Jones, Walt Disney (+1,81%), 3M (+0,90%) e Wal-Mart (+0,53%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Pfizer, che ottiene -1,70%. Sotto pressione anche Intel, con un forte ribasso dell’1,96%. Soffre Apple, che evidenzia una perdita dell’1,41%. Tentenna McDonald’s, con un modesto ribasso dello 0,76%.

Wall Street resta al palo. Timori per il voto