Wall Street resta al palo in apertura

(Teleborsa) – Esordio un po’ fiacco per Wall Street, che tentenna in apertura, con gli indici che si muovono a due velocità. I Future USA avevano già perso smalto nel corso della mattinata europea.

Il mercato americano beneficia dell’ampio sostegno offerto dal governo USA – Trump si è dettoconvinto che il Congresso approverà tutti gli aiuti per fronteggiare la crisi – e dei numerosi interventi delle banche centrali (oggi Cina e Norvegia) a sostegno della liquidità. Tuttavia, persistono grandi incertezze che non consentono al mercato di portare avanti il movimento di recupero.

A New York,il Dow Jones che si attesta a 19.968 punti (-0,64%); sulla stessa linea lo S&P-500 che cede lo 0,74%. Buona la prestazione del Nasdaq 100 (+0,34%).

In buona evidenza nell’S&P 500 i comparti beni di consumo secondari (+1,85%) e informatica (+0,85%). Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori finanziario (-2,24%), utilities (-1,82%) e materiali (-1,36%).

Al top tra i giganti di Wall Street, United Health (+5,25%), United Technologies (+2,52%), Intel (+2,26%) e Home Depot (+2,13%).

La più sacrificata è Goldman Sachs, che scivola del 5,51%.

Lettera su Procter & Gamble, che registra un importante calo del 3,39%.

Affonda Verizon Communication, con un ribasso del 3,17%.

Crolla 3M, con una flessione del 3,08%.
Tra i best performers del Nasdaq 100, Wynn Resorts (+12,13%), Ross Stores (+6,68%), Dollar Tree (+6,17%) e Nvidia (+5,54%). Dal lato opposto Dish Network, che segna un -9,14%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street resta al palo in apertura