Wall Street resta al palo e guarda alla Fed

(Teleborsa) – Prosegue debole la borsa di Wall Street in una seduta che vede il mercato obbligazionario chiuso per la festività del Veterans’ Day.

L’attenzione degli investitori resta concentrata sugli sviluppi sul confronto commerciale tra Stati Uniti e Cina. Occhi puntati anche sull’audizione in Parlamento del Presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, in agenda mercoledì prossimo.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones si attesta a 27.689,16 punti, mentre, al contrario, in lieve calo lo S&P-500, che continua la giornata sotto la parità a 3.086,14 punti. Senza direzione il Nasdaq 100 (-0,2%); poco sotto la parità lo S&P 100 (-0,22%).

In discesa a Wall Street tutti i comparti dell’S&P 500. Nella parte bassa della classifica dell’S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti sanitario (-0,60%), utilities (-0,54%) e telecomunicazioni (-0,45%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Walgreens Boots Alliance (+6,24%), Boeing (+4,65%), Apple (+0,66%) e Verizon Communication (+0,55%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su 3M, che continua la seduta con -1,77%.

Soffre IBM, che evidenzia una perdita dell’1,71%.

Preda dei venditori Cisco Systems, con un decremento dell’1,38%.

Si concentrano le vendite su United Health, che soffre un calo dell’1,27%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Tesla Motors (+2,85%), Dish Network (+2,32%), Viacom (+2,29%) e Sirius XM Radio (+1,75%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Wynn Resorts, che continua la seduta con -4,14%.

Sensibili perdite per Activision Blizzard, in calo del 3,41%.

In apnea Baidu, che arretra del 2,96%.

Tonfo di Altera, che mostra una caduta del 2,63%.

(Foto: © Frederic Prochasson | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street resta al palo e guarda alla Fed