Wall Street resta al palo

(Teleborsa) – Si muove senza grandi scossoni la borsa di Wall Street con gli investitori dubbiosi sulle prospettive dell’economia statunitense che sta ancora lottando per riprendersi.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones si attesta a 27.816 punti, mentre, al contrario, l’S&P-500 procede a piccoli passi, avanzando a 3.390 punti. In denaro il Nasdaq 100 (+0,77%); come pure, in moderato rialzo l’S&P 100 (+0,44%).

In buona evidenza nell’S&P 500 i comparti beni di consumo secondari (+1,41%), telecomunicazioni (+0,66%) e beni di consumo per l’ufficio (+0,44%). Nella parte bassa della classifica del paniere S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti energia (-1,53%), utilities (-0,69%) e finanziario (-0,48%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Walgreens Boots Alliance (+1,65%), DOW (+1,15%), Verizon Communication (+0,86%) e Nike (+0,80%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Chevron, che continua la seduta con -2,05%.

Seduta negativa per JP Morgan, che mostra una perdita dell’1,57%.

Sotto pressione Boeing, che accusa un calo dell’1,24%.

Sottotono Home Depot che mostra una limatura dello 0,76%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Liberty Global (+3,82%), Liberty Global (+3,79%), Amazon (+3,57%) e Check Point Software Technologies (+2,80%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Bed Bath & Beyond, che continua la seduta con -3,80%.

Seduta drammatica per Moderna, che crolla del 3,05%.

Sensibili perdite per Ross Stores, in calo del 2,67%.

In apnea Western Digital, che arretra del 2,62%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street resta al palo