Wall Street rallenta il passo aspettando la Fed

(Teleborsa) – Wall Street decelera al giro di boa dopo un avvio in rally, mentre si aspettano le decisioni della Fed sulla politica monetaria. Stasera, il FOMC doverebbe annunciare il primo aumento dei tassi di interesse dal 2006, mettendo fine alla politica espansiva in atto dalla crisi del 2008 ed all’era dei tassi zero. La decisione è talmente scontata che, una scelta doiversa, secndo gli esperti, potrebbe far crollare la borsa.  

In soccorso del mercati è arrivato anche il dato sul mercato edile, che ha segnato un boom a novembre, risultando superiore alle attese. Calano invece le domande di mutuo, nella settimana che precede le decisioni sui tassi del FOMC. Male la produzione industriale, che ha registrato un avvitamento al ribasso nel mese di novembre, confermando una battuta d’arresto del settore industriale. Debole anche il PMI manifatturiero, che conferma i tentennamenti del settore.

Intanto, il petrolio è colato a picco, sulla scia dei deludenti dati sulle scorte: il Light Crude scambia a 36 dollari, in calo del 3,6%. 

L’indice Dow Jones sale dello 0,33% a 17.583 punti, l’indice S&P-500 guadagna lo 0,50% a 2.053 punti. In frazionale progresso il Nasdaq 100 (+0,26%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori Utilities (+1,68%), Beni di consumo primario (+1,39%) e Telecomunicazioni (+1,17%).

Tra i protagonisti del Dow Jones, Coca Cola (+1,42%), General Electric (+1,29%) e Merck (+1,12%).

Bene anche United Technologies (+1,03%).

Fra i peggiori Du Pont de Nemours, che cede il 2,13%.

Discesa modesta per Exxon Mobil, che cede un -0,6%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street rallenta il passo aspettando la Fed