Wall Street prosegue in forte ribasso in scia al crollo del greggio

(Teleborsa) – Wall Street prosegue gli scambi in pesante ribasso, dopo la giornata nera dei mercati europei, che hanno risentitpo di qualche presa di profitto in seguito al rally della vigilia. 

A pesare sulle borse ha concorso ancora il crollo del petrolio che scambia sotto i 32 dollari al barile (-4,7%), ma anche il persistere di preoccupazioni per il rallentamento dell’economia mondiale e per l’outlook incerto dell’economia americana. 

Sono usciti questo pomeriggio una serie di dati macro negativi: le vendite di case esistenti e l’indice S&P Case Shiller sui prezzi delle abitazioni ha segnalato un rallentamento del mercato immobiliare, mentre l’indice FED di Richmond conferma la frenata della manifattura USA e la fiducia dei consumatori ha evidenziato un deciso deterioramento. 

L’indice Dow Jones sta lasciando sul parterre lo 0,99%; sulla stessa linea l’Indice S&P-500 che perde lo 0,96% a 1.927 punti. In discesa il Nasdaq 100 (-1,22%).

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si sono manifestati nei comparti Energia (-2,57%), Materiali (-2,21%) e Finanziari (-1,72%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones c’è Home Depot, che arretra del 2,04%, dopo un esordio migliore in scia ai risultati. 

Tiene anche Wal-Mart (+0,55%).

Fra i più forti ribassi si segnala JP Morgan, che continua la seduta con -3,86%, a braccetto con Goldman Sachs, che segna una discesa del 2,65%.

In caduta libera Chevron, che affonda del 3,53%.

Seduta drammatica per Du Pont de Nemours, che crolla del 2,67%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street prosegue in forte ribasso in scia al crollo del greggio