Wall Street procede senza slancio

(Teleborsa) – Wall Street procede in lieve calo. Non è bastato il rialzo dei tassi operato dalla Fed a rafforzare il sentimenti degli investitori. In realtà il ritocco all’insù del costo del denaro  era ampiamente atteso e non ha provocato grandi scossoni nelle sale operative.
Dal fronte macro, dati in chiaroscuro per il mercato edile mentre calano i sussidi settimanali alla disoccupazione.

Il Dow Jones è sostanzialmente stabile e si posiziona su 20.915,03 punti. In lieve calo lo S&P-500 che continua la giornata sotto la parità a 2.379,46 punti. Scivola il Nasdaq 100 (-0,21%).

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori.In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti Utilities (-1,23%), Sanitario (-1,14%) e Materiali (-0,72%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Goldman Sachs (+0,90%), IBM (+0,78%) e American Express (+0,59%).

Le più forti vendite, invece, si abbattono su Du Pont de Nemours che prosegue le contrattazioni a -1,29%.

In rosso Pfizer che evidenzia un deciso ribasso dell’1,01%.

Dimessa Chevron che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Fiacca Merck & Co che mostra un piccolo decremento dello 0,98%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Tesla Motors (+2,72%), Baidu (+2,69%), Dollar Tree (+1,39%) e Lam Research (+1,30%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Biogen, che continua la seduta con -4,61%.

Lettera su Illumina che registra un importante calo del 4,10%.

Affonda Vertex Pharmaceuticals, con un ribasso del 2,70%.

Crolla Autodesk, con una flessione del 2,55%.

Wall Street procede senza slancio