Wall Street procede in frazionale ribasso

(Teleborsa) – Wall Street prosegue gli scambi in ribasso, preoccupata dall’ultimatum dato dalla speaker della Camera Nancy Pelosi sul nuovo pacchetto di stimoli e dalla seconda ondata di contagi di coronavirus in USA e nel resto del mondo.

Il Dow Jones continua la seduta con un leggero calo dello 0,60%; sulla stessa linea l’S&P-500, che retrocede dello 0,71% a 3.459 punti. In ribasso il Nasdaq 100 (-0,77%) e l’S&P 100 (-0,83%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Tra i più negativi della lista del paniere S&P 500, troviamo i comparti telecomunicazioni (-1,01%), sanitario (-0,94%) e beni di consumo secondari (-0,76%).

Al top tra i giganti di Wall Street, Intel (+1,91%) e Boeing (+0,59%).

Fra i peggiori Johnson & Johnson, che continua la seduta con -1,89%.

Si concentrano le vendite su United Health, che soffre un calo dell’1,49%.

Vendite su Walt Disney, che registra un ribasso dell’1,34%.

Seduta negativa per American Express, che mostra una perdita dell’1,32%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Western Digital (+9,86%), NetApp (+3,78%), Micron Technology (+3,73%) e Seagate Technology (+2,61%).

Fra i più forti ribassi si segnala Discovery, che continua la seduta con -3,46%.

Affonda Biogen, con un ribasso del 3,04%.

Crolla Discovery, con una flessione del 2,86%.

Vendite a piene mani su Moderna, che soffre un decremento del 2,69%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street procede in frazionale ribasso