Wall Street prende respiro dopo le corse di venerdì

(Teleborsa) – Partenza debole per Wall Street, che prende respiro dopo il rally di venerdì generato dal Job Report migliore delle attese.

L’euforia per il positivo stato di salute dell’economia a stelle e strisce ha permesso agli investitori di digerire il quasi certo rialzo dei tassi di interesse già nel meeting dei politica monetaria della Federal Reserve del 15-16 dicembre. Va comunque precisato che più volte i banchieri della Fed, compresa la Chairwoman Janet Yellen, hanno dichiarato che l’uscita dall’era del costo del denaro attorno alla zero – la cosiddetta “exit strategy” – sarà molto graduale e potrebbe durare anni.

Vuota l’agenda macroeconomica. Tra i pochi dati market mover del settimana figurano i prezzi al consumo in uscita venerdì. Si tratta di un altro importante indicatore per testare il polso alla Fed dal momento che il doppio mandato della Banca Centrale americana è assicurare la piena occupazione e un’inflazione vicina al target del 2%.

Sulle prime battute il Dow Jones lascia sul parterre lo 0,26% a 17.768 punti, l’indice S&P-500 lo 0,30%, scambiando a 2.085 punti, mentre il Nasdaq 100 arretra dello 0,22% come l’S&P 100.

Tra le Blue Chip a picco i petroliferi Chevron e Exxon Mobil in scia al nuovo crollo del prezzo del petrolio. 

Male Caterpillar. Oggi Goldman Sachs ha confermato un target price di 67 dollari e un giudizio “neutral” sul titolo del colosso dei mezzi da lavoro.

Fuori dal paniere delle società più capitalizzate, da rilevare il boom di Keurig Green Mountain, che sta guadagnando il 77% in scia all’offerta di acquisto di JAB Holdings.

Wall Street prende respiro dopo le corse di venerdì