Wall Street positiva dopo dato inflazione

(Teleborsa) – Partenza in timido rialzo per la borsa di Wall Street dopo che il dato sui prezzi al consumo ha mostrato una lieve accelerazione dell’inflazione nel mese di febbraio. Fermi, invece, i salari. 

Si tratta dell’ultima lettura cruciale sull’andamento dell’inflazione in vista di un possibile aumento dei tassi da parte della Federal Reserve la settimana prossima, durante la riunione di politica monetaria della banca centrale statunitense.

Sul fronte societario, attenzione ai titoli Qualcomm/Broadcom dopo che il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump ha bloccato il takeover proposto da parte di Broadcom su Qualcomm facendo leva sulla sicurezza nazionale.

Sulle prime rilevazioni, il Dow Jones mostra un guadagno frazionale dello 0,43%; sulla stessa linea, lieve aumento per lo S&P-500, che si porta a 2.794,98 punti. Guadagni frazionali per il Nasdaq 100 (+0,42%), come l’S&P 100 (0,4%).

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori Telecomunicazioni (+0,58%), Beni di consumo secondari (+0,53%) e Information Technology (+0,52%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Intel (+1,40%), Johnson & Johnson (+1,12%), Caterpillar (+0,96%) e Cisco Systems (+0,83%). Le peggiori performance, invece, si registrano su General Electric, che ottiene -3,01%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Micron Technology (+5,61%), Broadcom (+2,20%), Western Digital (+1,93%) e Autodesk (+1,72%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Qualcomm, che ottiene -5,08%.

Wall Street positiva dopo dato inflazione