Wall Street poco mossa all’esordio

(Teleborsa) – Wall Street avvia la giornata senza slancio ma dalla parte degli acquisti, come anticipato dai futures statunitensi 

Gli investitori rimangono a guardare la stagione delle trimestrali che è entrata nel vivo. Dopo Goldman Sachs  e Bank of America che ieri 18 luglio, hanno svelato i conti, ogg 19 luglio il calendario dei risultati rimane corposo con giganti del calibro sdi Morgan Stanley , American Express e Qualcomm. Fari puntati anche sulla riunione della BCE che ha preso il via.

Dal fronte macro, segnali positivi giungono dal mercato immobiliare negli Stati Uniti. Nel mese di giugno, i cantieri avviati e i permessi edilizi si mostrano in forte accelerazione, mentre alle 16:30 (ora italiana) verrà svelato il dato sulle scorte settimanali di greggio.

A New York, il Dow Jones che si attesta sulla parità a 21.576,89 punti, mentre, lo S&P-500 fa un piccolo salto in avanti dello 0,24%, portandosi a 2.466,43 punti. Leggermente positivo il Nasdaq 100 (+0,51%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, United Health (+1,12%), Walt Disney (+0,72%) e Microsoft (+0,56%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su IBM, che prosegue le contrattazioni a -3,79%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Vertex Pharmaceuticals (+25,10%), Discovery Communications (+6,45%), Discovery Communications (+6,39%) e Jd.Com (+2,35%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su CSX, che avvia le contrattazioni a -4,60%.
Sotto pressione Paypal Holdings, che accusa un calo dell’1,46%. Scivola American Airlines, con un netto svantaggio dell’1,07%. Debole Paccar che registra una flessione dello 0,74%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street poco mossa all’esordio