Wall Street passa in negativo insieme al petrolio

(Teleborsa) – I nuovi segnali di indebolimento del greggio fanno mutare umore a Wall Street. 

La Borsa più grande del mondo ha infatti annullato i guadagni messi a segno in avvio in scia ai positivi dati sull’export cinese e alla ripresa delle quotazioni del greggio, sostenuta anche dalla convocazione di un vertice straordinario da parte dell’OPEC.

A causare il cambio di rotta il peggioramento delle quotazioni del petrolio dopo i dati sulle scorte di greggio negli Stati Uniti.

Vuota l’agenda macroeconomica odierna con l’attenzione degli investitori concentrata sul Beige Book di questa sera, sui discorsi di alcuni banchieri della Federal Reserve e sulla stagione delle trimestrali iniziata lunedì con i conti a due colori di Alcoa.

In questo momento il Dow Jones e l’Indice S&P-500 limano rispettivamente lo 0,19% e lo 0,21% mentre il Nasdaq 100 cede lo 0,41%.

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones sempre Microsoft grazie a Morgan Stanley. La banca d’affari ha migliorato il giudizio sul colosso dei software da “equalweight” a “overweight” e alzato il target price da 57 a 66 dollari

Bene Exxon Mobil che resiste grazie alle ricoperture messe a segno dagli investitori.

Le più forti vendite, invece, si concentrano su Wal-Mart e Home Depot.

Wall Street passa in negativo insieme al petrolio