Wall Street parte in sordina dopo PIL e Fed

Parte all’insegna delle vendite per la borsa di Wall Street nel giorno in cui l’economia americana ha mostrato un atterraggio morbido nel terzo trimestre.

Il PIL statunitense è cresciuto meno del previsto sulla scia del rallentamento delle economie emergenti. Buone nuove, invece, sono giunte dal mercato del lavoro, che si conferma in salute: sono tornate a salire le nuove domande di sussidio alla disoccupazione negli Stati Uniti, anche se ad un ritmo inferiore a quanto stimato dagli analisti. Nulla di fatto dal fronte tassi. Ieri la Federal Reserve ha lasciato invariati i tassi di interesse al minimo storico lasciando la porta aperta a un rialzo del costo del denaro, alla prossima riunione di dicembre.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones si attesta a 17.740,7 punti (-0,22%) mentre al contrario l’Indice S&P-500 cede lo 0,27% a 2.084,98 punti. In calo anche il Nasdaq 100 (-0,51%).

Wall Street parte in sordina dopo PIL e Fed