Wall Street parte in rosso il giorno dopo la Fed

Partenza in rosso per la borsa di Wall Street con gli investitori che non hanno digerito la decisione della Fed di lasciare invariato il costo del denaro, mossa che ha accentuato i timori di un rallentamento dell’economia mondiale.

Il Dow Jones sta lasciando sul parterre l’1,24%; sulla stessa linea, l’Indice S&P-500 perde l’1,06%, continuando la seduta a 1.969 punti. In rosso il Nasdaq 100 (-1,12%), come l’S&P 100 (-1,1%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Nel listino, le peggiori performance sono state quelle dei settori Finanziari (-1,72%), Energia (-1,71%) e Industriali (-1,47%).

In questa pessima giornata per la Borsa di New York, nessuna Blue Chip registra una performance positiva. Le più forti vendite si manifestano su JP Morgan, -2,67%. In apnea Goldman Sachs, che arretra del 2,20%.

Tra i tecnologici, in rosso Cisco Systems, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,85%. Tonfo di United Technologies, che mostra una caduta del 2,03%.

Tra gli appuntamenti macroeconomici, c’è attesa tra poco del dato sul Leading indicator.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street parte in rosso il giorno dopo la Fed