Wall Street parte in punta di piedi. Focus sui dati macro

(Teleborsa) – Wall Street dovrebbe aprire le contrattazioni in moderato rialzo, con un’agenda pienissima di dati macroecononici. Quelli già usciti sono risultati contrastanti: quello sui redditi e spese personali ha deluso quanto a crescita dei salari, un elemento di incertezza citato anche dalla numero uno della fed Janet Yellen, mentre quello sul mercato immobiliare è risultato sopra le attese. 

Nel pomeriggio sono in agenda moltissimi dati macro: fra poco il PMI di Chicago, la Fiducia dei consumatori del Michigan, l’indice State Street sulla fiducia degli investitori e l’indice Fed di Dallas.

Frattanto i mercati scontano una certa cautela in vista del vertice OPEC di giovedì e delle prossime decisioni della Fed sui tassi. 

Sul fronte Corporate, diverse novità sul fronte M&A. 

L’indice Dow Jones parte all’insegna della cautela (+0,05%), così come l’indice S&P-500, che rimane a 2.101 punti (+0,10%). Pressoché invariato anche il Nasdaq 100 (+0,08%). Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Caterpillar (+0,86%) e Goldman Sachs (+0,81%).

La peggiore performance si registra su Walt Disney, che registra un -0,62%.

Discesa modesta per Boeing, che cede un piccolo -0,59%.

Wall Street parte in punta di piedi. Focus sui dati macro