Wall Street parte in moderato ribasso

(Teleborsa) – Wall Street avvia gli scambi incerta, scontando solo in parte le preoccupazioni per il peggioramento delle condizioni dell’economia, testimoniato anche dal Job Report di marzo. A far da contrappeso sul mercato l’andamento sostenuto dei titoli petroliferi, in scia alla crescita delle quotazioni die greggio (+7%).

L’indice Dow Jones sta lasciando sul parterre lo 0,33%, mentre si muove intorno alla parità lo S&P-500 a 2.523,65 punti. Consolida i livelli della vigilia il Nasdaq 100 (+0,05%), come l’S&P 100 (-0,2%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori energia (+3,65%) e materiali (+0,68%). Tra i più negativi della lista dell’S&P 500, troviamo i comparti utilities (-1,17%) e finanziario (-0,64%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Exxon Mobil (+3,89%), Chevron (+3,10%), Boeing (+1,19%) e Walgreens Boots Alliance (+0,58%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su United Technologies, che segna un-5,72%.

Soffre American Express, che evidenzia una perdita dell’1,46%.

Preda dei venditori 3M, con un decremento dell’1,20%.

Sostanzialmente debole United Health, che registra una flessione dell’1,09%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Tesla Motors (+11,92%), Akamai Technologies (+3,80%), Viacom (+3,24%) e Vertex Pharmaceuticals (+2,18%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Ross Stores, che avvia le contrattazioni a -2,03%.

Si concentrano le vendite su Starbucks, che soffre un calo dell’1,83%.

Vendite su Adobe Systems, che registra un ribasso dell’1,80%.

Seduta negativa per Nvidia, che mostra una perdita dell’1,21%.

(Foto: © Ton Snoei | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street parte in moderato ribasso