Wall Street parte in deciso ribasso in scia dati disoccupati

(Teleborsa) – Wall Street, dopo l’ennesima doccia fredda del dato dei sussidi, che confermano un mercato del lavoro in panne.

Il mercato sconta ancora le indicazioni arrivate ieri dalla Fed, che ha preannunciato un periodo prolungato di bassa crescita economica per gli USA. Frattanto, il Presidente Trump ha abbracciato la politica di dollaro forte e chiuso ad una rinegoziazione degli accordi con la Cina.

A New York, l’indice Dow Jones accusa una discesa dello 0,96%; sulla stessa linea lo S&P-500, che retrocede a 2.788,55 punti, ritracciando dell’1,12%. In frazionale calo il Nasdaq 100 (-0,5%), come l’S&P 100 (-0,9%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Nel listino, i settori energia (-2,96%), beni industriali (-2,05%) e materiali (-2,02%) sono tra i più venduti.

Tra i protagonisti del Dow Jones, Cisco Systems (+4,20%), Merck & Co (+0,99%) e Wal-Mart (+0,65%).

Pesante Boeing, che segna una discesa di ben -3,63 punti percentuali.

Seduta drammatica per DOW, che crolla del 3,29%.

Sensibili perdite per Caterpillar, in calo del 3%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Cisco Systems (+4,20%), Viacom (+3,24%), Netflix (+2,26%) e Vertex Pharmaceuticals (+1,52%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Mattel, che prosegue le contrattazioni a -4,56%.

In apnea American Airlines, che arretra del 4,50%.

Tonfo di Wynn Resorts, che mostra una caduta del 3,93%.

Lettera su Tripadvisor, che registra un importante calo del 3,68%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street parte in deciso ribasso in scia dati disoccupati