Wall Street parte con la rincorsa ma tiene d’occhio la Fed

Ottima partenza per Wall Street, che avvia le contrattazioni in discreto rialzo, nonostante l’attesa per alcuni dati macri del mercato immobiliare e dei commenti di alcuni membri della Fed.

Nel frattempo, il mercato si è avvantaggiato del clima disteso che si respira sui mercati europei, dopo l’importante test delle elezioni in Grecia.

Il mercato resta comunque concentrato sul dibattito relativo alla strategia della Fed, in merito ad un possibile rialzo dei tassi di interesse a ottobre. Alcuni banchieri sembrerebbero convergere verso un aumento in autunno, piuttosto che a Natale: il Presidente della Fed di St. Louis James Bullard ha indicato chiaramente ottobre come data probabile, mentre il Presidente della Fed di S Francisco John Williams ha parlato più genericamente un rialzo entro l’anno. Più tardi parlerà anche il Presidente della Fed di Atlanta t Dennis Lockhart. 

Nel frattempo, il Dow Jones apre in rialzo dello 0,48%; sulla stessa linea, l’Indice S&P-500 che avanza dlelo 0,68%, mentre il Nasdaq 100 sale dello 0,45%.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones vi sono le banche d’affari come Goldman Sachs, che mostra un incremento dell’1,36%, JP Morgan dello 0,82% e la big dlele carte di credito American Express (+0,76%).

In fermento Chevron che sale dell’1,07%, grazie al recupero del greggio.

Fra i più forti ribassi si segnala Wal-Mart, che mostra un decremento dell’1,69%.

Wall Street parte con la rincorsa ma tiene d’occhio la Fed