Wall Street parte a piccoli passi nonostante dati macro e novità M&A

(Teleborsa) – Wall Street è partita in moderato rialzo, dopo le decisioni della Fed, che non sembra aver soddisfatto gli operatori, dato che ha lasciato la view sui tassi invariata nel 2018 e 2019. Scarso supporto anche dall’accordo raggiunto al Senato fra repubblicani e democratici per la riforma fiscale di Trump.

A sostenere il mercato contribuiscono poco anche i dati macro pubblicati prima dell’avvio, soprattutto quello migliore delle attese sulle vendite al dettaglio, mentre l’attenzione è concentrata sulle novità in tema di M&A, il deal siglato fra Disney e 21st century Fox.

Alla Borsa di New York, l’indice Dow Jones sale dello 0,29% a 24.656,88 punti, mentre si muove intorno alla parità lo S&P-500, che avvia la giornata a 2.665,76 punti. Senza direzione il Nasdaq 100 (+0,12%), come l’S&P 100 (0,1%).

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Utilities (-0,75%) e Telecomunicazioni (-0,61%).

Tra i protagonisti del Dow Jones, brilla Walt Disney (+1,13%), dopo lp’accordo con “1st Century Fox. 

Bene anche United Health (+0,94%), American Express (+0,74%) e Wal-Mart (+0,72%).

Fra i più forti ribassi c’è Verizon Communication, che apre la seduta con -0,74%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Mylan (+3,06%), Express Scripts (+2,42%), Liberty Global (+1,43%) e Viacom (+1,43%). La peggiore è Walgreens Boots Alliance con -1,84%.

Wall Street parte a piccoli passi nonostante dati macro e novità ...