Wall Street medita sulle future mosse della Fed

(Teleborsa) – La borsa americana resta ancorata alla parità, in vista della diffusione del Beige Book della Fed e della riunione di metà mese della Banca Centrale americana.
Intanto il governatore della Federal Reserve, Janet Yellen, in un discorso all’Economic Club of Washington ha ribadito che ritardare la stretta sui tassi sarebbe dannoso per la ripresa. 
Sullo stesso argomento si è espresso il presidente della Federal Reserve di Atlanta, Dennis Lockhart, dichiarando di essere più che mai convinto della necessità di un rialzo del costo del denaro negli Stati Uniti.

Nel frattempo l’economia americana continua a inviare segnali positivi: dopo il dato migliore delle attese sugli occupati ADP è stato quello della produttività a sorprendere, mostrando un’industria in salute, anche se ieri la manifattura aveva segnalato un peggioramento. 
In agenda anche le scorte settimanali di petrolio mentre venerdì sarà la volta delle statistiche sul mercato del lavoro, dato cruciale per interpretare quali saranno le future mosse della Banca centrale americana.

Il Dow Jones lima lo 0,21%; sulla stessa linea l’indice S&P-500, che scambia sotto i livelli della vigilia a 2.095 punti. In frazionale progresso il Nasdaq 100 (+0,25%); in lieve ribasso lo S&P 100 (-0,27%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Energia (-2,68%), Utilities (-1,70%) e Materiali (-0,75%).

Tra i protagonisti del Dow Jones, United Health (+2,48%), Cisco Systems (+1,05%) e Microsoft (+0,92%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Exxon Mobil, -2,23% e Chevron, che arretra del 2,06%.

Sotto la lente Yahoo +6,75%, che potrebbe mettere in vendita le attività internet.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street medita sulle future mosse della Fed