Wall Street incolore. Occhi puntati sul PIL

(Teleborsa) – Dopo un avvio di giornata al rialzo, Wall Street si sgonfia e continua la seduta sui livelli della vigilia.

Dal fronte macro, mentre domani si attende il dato sul PIL del terzo trimestre, le richieste di sussidio sono calate meno del previsto. L’industria è ancora in fase di rallentamento e vede frenare gli ordini di beni durevoli. 

L’agenda delle trimestrali Corporate è molto ricca: migliore delle attese i conti di Twitter, che ha anche annunciato un taglio della forza lavoro, mentre Ford ha annunciato risultati in calo. Vitale anche l’attività di M&A, con Qualcomm che acquista la NPX Semiconductor.

Tra gli indici a stelle e strisce, il  Dow Jones rimane sulla parità. Sulla stessa linea, resta piatto l’indice S&P-500.Incolore anche il Nasdaq 100.

Apprezzabile rialzo nell’S&P 500 per i comparti Telecomunicazioni (+1,73%), Sanitario (+0,77%) e Finanziario (+0,58%). Tra i peggiori della lista del paniere S&P 500, in maggior calo i comparti Beni di consumo secondari (-0,71%), Industriale (-0,63%) e Utilities (-0,44%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Du Pont de Nemours (+2,15%), Verizon Communication (+1,81%), Johnson & Johnson (+1,15%) e IBM (+1,10%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Boeing, che ottiene -1,75%.

Calo deciso per Caterpillar che segna un -1,35%.

Tentenna United Technologies con un modesto ribasso dello 0,63%.

Discesa modesta per General Electric che cede lo 0,64%.

Wall Street incolore. Occhi puntati sul PIL