Wall Street incerta a metà seduta

(Teleborsa) – Wall Street continua la sessione con gli indici contrastanti. Il Dow Jones avanza dello 0,79% a 26.455,73 punti, mentre resta piatto l’S&P-500, con le quotazioni che si posizionano a 2.908,91 punti. Leggermente negativo il Nasdaq 100 (-0,36%).

Dal fronte macro sono giunti i dati sul settore immobiliare, che ad agosto sono risultati contrastanti. Inoltre si è ridotto il deficit delle partite correnti nel 2° trimestre.

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori finanziario (+1,74%), materiali (+1,23%) e beni industriali (+0,52%). Nella parte bassa della classifica del paniere S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti utilities (-1,73%), telecomunicazioni (-0,87%) e informatica (-0,41%).

Al top tra i giganti di Wall Street, JP Morgan (+2,76%), Goldman Sachs (+2,60%), Caterpillar (+2,60%) e General Electric (+2,57%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Microsoft -1,77%. Si muove sotto la parità Verizon Communication, evidenziando un decremento dello 0,97%. Contrazione moderata per Pfizer, che soffre un calo dello 0,70%. Sottotono Cisco Systems che mostra una limatura dello 0,64%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Baidu (+4,37%), Jd.Com (+3,53%), Tesla Motors (+3,43%) e Wynn Resorts (+2,95%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Intuit -3,50%. Sessione nera per Workday, che lascia sul tappeto una perdita del 3,16%. In caduta libera Check Point Software Technologies, che affonda del 2,39%. Pesante Cintas, che segna una discesa di ben -2,32 punti percentuali.

Wall Street incerta a metà seduta