Wall Street in spolvero grazie al petrolio ed alla BCE

(Teleborsa) – Wall Street continua a galoppare a metà giornata, dopo la chiusura in rally delle borse europee, che sono state sospinte dalla fiammata del greggio e dalle misure eccezionali della BCE.

Il petrolio si conferma in forte rialzo, con il Light crude che sale dell’1,8% a 38,5 dollari al barile, dopo che l’Agenzia Internazionale dell’Energia ha segnalato che il prezzo potrebbe aver già toccato il fondo. 

Benefici anche dai maxi stimoli lanciati ieri dalla BCE per combattere la deflazione, mentre giungono segnali positivi anche dagli USA, dove i prezzi import-export hanno segnalato un allentamento delle tensioni al ribasso sui prezzi. Il dato appare particolarmente interessante in vista della riunione del FOMC la prossima settimana.

Alla Borsa di New York, il Dow Jones avanza a 17.174 punti (+1,04%); sulla stessa linea l’indice S&P-500, che guadagna l’1,1% rispetto alla vigilia, arrivando a 2.014 punti. Positivo il Nasdaq 100 (+1,18%).

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori Energia (+2,19%), Finanziari (+1,88%) e Materiali (+1,59%).

Tra i protagonisti del Dow Jones, Du Pont de Nemours (+2,28%), United Health (+2,26%) e Pfizer (+2,26%).

In rally anche Caterpillar (+2,02%).

La peggiore è Procter & Gamble, che continua la seduta con -0,80%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street in spolvero grazie al petrolio ed alla BCE