Wall Street in rosso, pesano dati disoccupazione

(Teleborsa) – Prosegue in calo la borsa di Wall Street il giorno dopo che la Federal Reserve ha lasciato invariati i tassi di interesse e si è detta pronta a tutto pur di salvare l’economia americana attualmente in affanno a causa del propagarsi dell’epidemia di coronavirus.

Nella consueta conferenza stampa al termine del FOMC, il numero uno della Fed, Powell, ha anche anticipato che l’attività economica degli Stati Uniti accuserà “una caduta senza precedenti” nel secondo trimestre, a riflesso delle misure restrittive (lockdown) adottate per limitare la diffusione del Covid-19.

I dati macro in uscita oggi alimentano ancor di più le preoccupazioni della banca centrale americana, dopo quelli sul PIL statunitense diffusi la vigilia, che hanno evidenziato una contrazione che ha segnato il peggior calo dal 2009. In particolare, le richieste di sussidio alla disoccupazionesi sono attestate a 3,8 milioni, portando il numero delle ultime sei settimane a circa 30 milioni.

Pioggia di vendite sul listino USA, che scambia con una pesante flessione dell’1,53%; sulla stessa linea, giornata negativa per lo S&P-500, che continua la seduta a 2.899,07 punti, in calo dell’1,38%. In lieve ribasso il Nasdaq 100 (-0,47%), come l’S&P 100 (-1,0%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Nella parte bassa della classifica dell’S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti energia (-3,10%), finanziario (-2,99%) e materiali (-2,90%).

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Boeing (+1,75%) e Apple (+1,19%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su United Technologies, che continua la seduta con -5,72%.

Crolla American Express, con una flessione del 4,81%.

Vendite a piene mani su Walt Disney, che soffre un decremento del 4,41%.

Pessima performance per Walgreens Boots Alliance, che registra un ribasso del 3,91%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Facebook (+4,97%), Viacom (+3,24%), Citrix Systems (+3,01%) e Liberty Global (+1,99%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Discovery, che prosegue le contrattazioni a -10,53%.

Sessione nera per Discovery, che lascia sul tappeto una perdita del 10,33%.

In caduta libera Twenty-First Century Fox, che affonda del 9,09%.

Pesante FOX, che segna una discesa di ben -8,73 punti percentuali.

(Foto: © Ton Snoei | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street in rosso, pesano dati disoccupazione