Wall Street, in rosso l’ultimo lunedì del 2015

(Teleborsa) – Si conferma debole la borsa di Wall Street che ha riaperto oggi i battenti dopo la pausa per le festività natalizie. I volumi restano comunque bassi, in vista del nuovo lungo ponte del 31 dicembre, e in quella che è l’ultima settimana di contrattazioni targata 2015.

A pesare sugli scambi è anche il nuovo calo del prezzo del greggio tornato vicino ai minimi degli ultimi undici mesi. 

Nessuna variazione significativa per il Dow Jones che si attesta sui valori della vigilia a 17.529 punti, mentre, al contrario, cede alle vendite l’indice S&P-500, che retrocede a 2.056 punti. Senza direzione il Nasdaq 100 (-0,2%); leggermente negativo lo S&P 100 (-0,21%).

In discesa a Wall Street tutti i comparti dell’S&P 500. Tra i peggiori della lista del paniere S&P 500, in maggior calo i comparti Energia (-1,71%), Materiali (-0,71%) e Sanitario (-0,47%).

Dal fronte macro, ha deluso il brusco peggioramento dell’attività manifatturiera nel distretto Fed di Dallas. Nei prossimi giorni è previsto un aggiornamento sul mercato immobiliare e del lavoro.

Sul versante societario, fa bene Walt Disney +1,33% che festeggia l’ultimo episodio della saga “Star Wars” che ha superato 1 miliardo di dollari di incassi in soli 12 giorni. Tra le altre Blue Chip del Dow Jones, le peggiori performance, invece, si sono registrate su Chevron, -1,59% e Exxon Mobil, -0,68%, che entrambe hanno risentito del nuovo calo del greggio.
 
Sul Nasdaq, denaro su Amazon.com +1,21% che ha registrato nelle tre settimane prima di Natale, oltre 3 milioni di nuovi abbonati per il suo servizio Prime.

Wall Street, in rosso l’ultimo lunedì del 2015