Wall Street in ordine sparso. Giù il Nasdaq con i tech

(Teleborsa) – Prosegue con segni misti la borsa di Wall Street confermando l’incertezza dell’avvio. Nuovo record del Dow Jones sostenuto dal rally dei titoli energetici sulla notizia del cyber attack sferrato a Colonial Pipeline, la società che gestisce la rete di oleodotti più grande degli Stati Uniti. Giù invece il Nasdaq penalizzato dalla performance negativa dei titoli tecnologici.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones sale dello 0,63% a 34.998 punti, proseguendo la serie di sei rialzi consecutivi, iniziata lunedì scorso, mentre, al contrario, si muove intorno alla parità l’S&P-500, che continua la giornata a 4.229 punti. Depresso il Nasdaq 100 (-1,51%); sulla stessa tendenza, poco sotto la parità l’S&P 100 (-0,33%).

Si distinguono nel paniere S&P 500 i settori utilities (+1,83%), beni di consumo per l’ufficio (+1,27%) e energia (+0,98%). Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori informatica (-1,34%), telecomunicazioni (-1,06%) e beni di consumo secondari (-0,82%).


Al top tra i giganti di Wall Street, 3M (+2,35%), Procter & Gamble (+2,03%), Walgreens Boots Alliance (+1,99%) e Verizon Communication (+1,76%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Intel, che prosegue le contrattazioni a -2,25%.

Scivola Visa, con un netto svantaggio dell’1,92%.

In rosso Apple, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,38%.

Si muove sotto la parità Microsoft, evidenziando un decremento dello 0,95%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Tripadvisor (+3,81%), Ebay (+3,56%), Henry Schein (+2,69%) e Regeneron Pharmaceuticals (+2,67%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Lam Research, che ottiene -5,50%.

Vendite a piene mani su Micron Technology, che soffre un decremento del 5,32%.

Pessima performance per Tesla Motors, che registra un ribasso del 4,97%.

Sessione nera per Qualcomm, che lascia sul tappeto una perdita del 4,67%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Wall Street in ordine sparso. Giù il Nasdaq con i tech